Lavorare nell’animazione turistica: cosa imparerai facendo questo lavoro

Partirai per la stagione estiva con tante qualità, e lavorare nell’animazione turistica in un villaggio accrescerà le tue abilità e il tuo background, che potrai così sfruttare in molti altri ambiti e settori del mondo del lavoro.

Scopri quali sono tutti i trucchi del mestiere che ti aiuteranno ad acquisire conoscenze, abilità e qualità molto preziosi facendoti diventare una risorsa polivalente nel mondo del lavoro.

Candidati come animatore turistico

1. Il lavoro in team

Molti impieghi richiedono una buona predisposizione al lavoro di squadra e in un’equipe d’intrattenimento questa attitudine si sviluppa in maniera naturale e quasi inconsapevole. La conoscenza dei meccanismi che regolano l’equilibrio di un gruppo sono sicuramente una ricchezza che alla fine della tua esperienza in una struttura turistica porterai con te e che troverai utilissima nei tuoi futuri lavori, dentro e fuori il settore turistico.

2. Autonomia e indipendenza

Difficilmente le strutture dove lavorerai saranno vicino a casa tua e questo all’inizio è un freno per molti. Se invece sei tra quelli che accetteranno la sfida, questa diventerà una possibilità di crescita. Imparerai a dosare le tue energie e organizzare la tua giornata, conoscerai posti e persone nuove. Insomma da questa esperienza acquisirai una più profonda conoscenza di te stesso e scoprirai di possedere doti che non immaginavi di avere.

3. Senso di responsabilità

Se pensi che il villaggio turistico sia un luogo dove potrai fare quello che vuoi, allora avrai una grande delusione! Le strutture hanno programmi ben definiti che vengono pianificati come il meccanismo di un orologio, e ogni ingranaggio deve svolgere il suo compito, poiché su quello si basa il lavoro di un altro individuo. Fare l’animatore turistico ti aiuterà ad imparare ad avere un senso di responsabilità e capirai che quello che non fai tu andrà a gravare sui tuoi colleghi e vice versa.

4. Lavorare sotto pressione

Lavorerai in spiaggia, in piscina, salirai su un palco, gli ospiti conosceranno il tuo nome e avranno piacere di parlare con te: pensi che tutto questo sia stupendo? Si hai ragione, lo è! Ma va detto anche che può provocare un piccolo stress, passerai dall’anonimato della tua città ad un posto dove ti sentirai importante è indispensabile. Imparerai a gestire quella sensazione e in altri contesti questo ti tornerà molto utile.

5. Rispetto delle regole

Che siano lavorative o di convivenza, esplicite, implicite o sottintese, le regole esistono e il villaggio turistico non fa eccezione. Le regole sono la più alta forma di rispetto nei confronti dei tuoi colleghi. Convivere a così stretto contatto con altre persone ti consentirà di sviluppare un’etica del lavoro che contribuirà a fare di te un professionista in qualsiasi ambito lavorativo.

6. Apertura mentale

Conoscere persone nuove significa confrontarti con individui diversi con cui potrai condividere conoscenze di ogni tipo. Inoltre incontrerai chi non la penserà come te, consentendoti di sviluppare l’ascolto e una visione delle cose da un altro punto di vista e, magari, qualche volta cambierai idea.

7. Sviluppo del senso artistico

Forse salirai sul palco solo per ballare la sigla o magari sarai il protagonista del musical di punta del palinsesto. Non importa! Imparerai ad apprezzare il canto, il ballo, la recitazione. Verrai rapito dagli allestimenti teatrali e dalla bellezza degli scintillanti costumi. Moltissimi ragazzi dopo aver lavorato nei villaggi turistici si sono dati al teatro o alla musica. Sviluppare un gusto artistico ti sarà utile sempre, nella vita e nel lavoro. Del resto, “tutto il mondo è un palcoscenico”.

Candidati come animatore turistico