Vacanza a Stintino, la guida con i consigli su cosa fare, vedere e mangiare

Vacanza a Stintino, la guida con i consigli su cosa fare, vedere e mangiare

Per godere al meglio un luogo durante un soggiorno, devi scoprire le sue caratteristiche, gustare ogni sapore e visitare ogni angolo nascosto. Ecco alcuni consigli utili per vivere al meglio la tua vacanza a Stintino.

Stintino, un piccolo borgo tranquillo nella punta più estrema a nord-ovest della Sardegna, di recente inserito dalla trasmissione Kilimangiaro su Rai 3, nella lista dei 10 borghi più belli d’Italia, durante la competizione “Il Borgo dei Borghi”, lanciata dal programma condotto da Camila Raznovich.

Sono molte le perle racchiuse da questa stretta lingua di terra bagnata da un mare turchese e limpido e che si affaccia sul Golfo dell’Asinara, che regala a tutti i fortunati turisti una vista indimenticabile dell’isola e della spiaggia da sogno de La Pelosa.

A Stintino, che nacque solo nel 1885 per volere di un gruppo di pescatori dell’Asinara, potrai prima di tutto alloggiare al Club Esse Roccaruja, che gode della sua privilegiata posizione a due passi dalla sabbia bianca e finissima de La Pelosa, o all’esclusivo Club Esse Sporting, una perla incastonata nella macchia mediterranea di Capo Falcone.

Una volta scelto il resort sul mare che preferisci di questa località della Sardegna nord occidentale, non ti rimane che pianificare la tua vacanza. Ecco per te una piccola guida di Stintino, con alcuni consigli e informazioni turistiche che ti aiuteranno a scoprirne la vera essenza.

Le spiagge più belle di Stintino

Sul podio più alto, non può che esserci lei, la terza spiaggia più bella d’Italia, votata dagli utenti di TripAdvisor: sua maestà La Pelosa. Con la sua sabbia bianca, le acque turchesi e limpide e il fondale basso, fa concorrenza alle più belle spiagge del mondo.

Vista della torre aragonese dalla spiaggia de la Pelosa a Stintino

Sulla costa che da Stintino va verso Porto Torres, vanno sicuramente visitate le spiagge di Punta Negra e di Cala Lupo.

Proseguendo sempre per la litoranea, conserva qualche giorno della tua vacanza per fare un tuffo alle Saline, particolare per i suoi granelli di sabbia bianchi grandi come chicchi di grandine, e per visitare le spiagge di Ezzi Mannu e Pazzona, che oltre ai loro arenili dorati, conservano gli stessi colori del mare che potrai vedere da Stintino.

Visita la spiaggia delle Saline in vacanza a Stintino

Sull’altro lato di questa lingua di terra che è Stintino, vale la pena fare fare una capatina per vedere la suggestiva spiaggia di Coscia di Donna, incastonata nel singolare paesaggio “lunare” dietro il promontorio di Capo Falcone.

Cosa fare e cosa vedere in vacanza a Stintino

Senza indugio e senza dubbi, una volta messo le valigie in stanza, pianifica la tua escursione per ammirare la natura selvaggia del Parco Naturale dell’Asinara. Potrai farlo comodamente dai due resort.

Se ami l’avventura, scegli di visitare l’isola con una Jeep, grazie alle escursioni di Asinara 4×4 che ti farà vivere le meraviglie del Parco da un punto di vista diverso. Se invece sei un lupo di mare e vorresti salire a bordo di un catamarano, per farti meravigliare dalle sfumature di turchese del mare del golfo, allora la tua opzione migliore sarà quella di affidarti alle vele di Escursioniasinara.com.

L'escursione parte dal molo del Club Esse Roccaruja

Se siete amanti dello snorkeling, Stintino e il Golfo dell’Asinara, offrono l’habitat perfetto per poter andare alla scoperta della flora e della fauna di questi ricchi fondali marini. E se sei sprovvisto di attrezzatura, al bazar del Roccaruja troverai ciò che fa per te.

Stintino città rimane raccolta e molto pittoresca, con un bellissimo porto turistico. Il borgo si stringe attorno alla Chiesa dell’Immacolata Concezione, mentre il panorama urbano è caratterizzato da case basse e colorate.

Vista del campanile della chiesa

Da non perdere Portu Mannu e Portu Minori, attrezzati per il turismo nautico.

Il porto vecchio di turistico di Stintino

Se invece il trekking e l’esplorazione sono segnate sulla tua agenda, troverai molto suggestivo il percorso attraverso cui puoi raggiungere la punta estrema di Capo Falcone, promontorio che ti offrirà una vista sul golfo a dir poco entusiasmante.

Vista mozzafiato dalla punta del promontorio di Capo Falcone a Stintino

Gli amanti della pesca, troveranno sicuramente interessante fare una visita al MUT, il Museo della Tonnara di Stintino, che descrive il tradizionale metodo di pesca del tonno, praticato nel Golfo dell’Asinara fino al secolo scorso, racconta le vite degli uomini che lo hanno pescato e lavorato con fatica e tenacia e che racchiude l’identità di un paese intero.

Per chi ama lo shopping, tra le piccole e caratteristiche botteghe al centro del paese offrono l’opportunità di acquistare souvenir e articoli relativi all’artigianato locale.

Una vacanza con bambini nel nord Sardegna

Oltre al ricchissimo programma dell’Hero Camp delle strutture, in un panorama come Stintino non mancano le occasioni per praticare sport acquatici, con lezioni di kitesurf, vela e windsurf per i più piccoli.

Nel borgo, durante tutta la stagione, potrai vivere serate e occasioni in cui far divertire i bambini, con spettacoli e artisti di strada, giocolieri ed equilibristi.

E perché non portare i tuoi piccoli in esplorazione del Parco Nazionale dell’Asinara a bordo del trenino gommato: sarà un’esperienza che li farà divertire imparando il rispetto per l’ambiente e la storia dell’isola, con l’occasione unica di fare amicizia con i mansueti asinelli bianchi tipici dell’isola.

da Stintino escursione sul Trenino allAsinara

Se poi riuscirai a ritagliarti una giornata da dedicare al puro divertimento, gli scivoli, le attrazioni e gli spettacoli del parco acquatico Water Paradise, sulla strada provinciale tra Porto Torres e Castelsardo, sarà la meta perfetta per intrattenere tutti in famiglia.

Dove mangiare la cucina tipica sarda, e non, a Stintino

Stintino, essendo una località sul mare nel nord-ovest della Sardegna, nonché nato come un piccolo borgo di pescatori, ha una lunga e “gustosa” tradizione di ricette prelibate, dove a trionfare è il prodotto ittico più fresco che possiate trovare nei paraggi.

Tra i prodotti tipici che dovrai assaggiare a tutti i costi ci sono i ricci di mare, una vasta scelta di frutti di mare, crostacei e bottarga (alimento che si ottiene facendo essiccare l’ovario del pesce al sole).

Bottarga essiccata da grattugiare

Tra i piatti tipici della zona, troverai la zuppa di patate ed aragosta, le linguine all’astice, il polpo in agliata e il polpo alla stintinese (un’insalata di polpo con patate, aceto, prezzemolo e, spesso, cipolla).

Il dolce tipico di Stintino è la Tumbarella, meno conosciuta della Seada che, anziché con formaggio, è farcita con ricotta, fritta e cosparsa di zucchero a velo. Sono molto ricercate e celebri quelle prodotte nella frazione di San Nicola, a solo 12 km di distanza.

Comunque, sia nel centro del paese, che sul lungomare di Stintino, avrai l’imbarazzo della scelta tra ristoranti, paninerie, pizzerie e negozi locali dove potrai acquistare i gustosi prodotti tipici stintinesi e portare un pezzo della Sardegna settentrionale a casa con te.

Tra i ristoranti sul mare a Stintino, un’ottima scelta potrebbe essere il Gabbiano Beach Restaurant, dove potrai optare per un pranzetto leggero, un aperitivo al tramonto o una cena a base di pesce. E tutto in un’esclusiva location sulla spiaggia e di fronte alla vista suggestiva del Golfo dell’Asinara.

La vista del mare da uno dei tavoli del Gabbiano Restaurant

Per una serata in paese, se hai voglia di assaggiare le freschissime squisitezze ittiche locali, praticamente sul mare e con lo sfondo del porto storico di Porto Minore, allora la tua destinazione si chiama Ristorante la Darsena. Leggete cosa dicono gli utenti Google che lo hanno già provato.

Una suggestiva immagine della terrazza sul mare della Darsena

Se poi vuoi andare sul classico e provare una buona pizza, allora la nostra scelta ricade sul di Bolina, anch’esso con una terrazza affacciata sul bellissimo porto vecchio.

Come arrivare a Stintino

In auto

Dll’aeroporto Costa Smeralda di Olbia (146 km) devi prima raggiungere Sassari tramite la SS 131 e proseguire verso Porto Torres per immettersi sulla SP 57 (Olbia – Stintino).

Dall’Aeroporto Riviera del Corallo di Alghero (67 km) puoi raggiungere Stintino passando per Porto Torres e proseguendo per Stintino (50 km | Alghero – Stintino).

In autobus

Per raggiungere Stintino con i mezzi, ti invitiamo a consultare i siti di Sardegna Mobilità, sito informativo dei mezzi dell’isola, o dell’arst, sito dei trasporti regionali, al momento della tua partenza, in quanto orari e tratte potrebbero subire variazioni.

Se viaggi in nave

Porto Torres – Stintino

Olbia – Stintino

Golfo Aranci – Stintino

Ora hai tutto quello che ti serve per cogliere la vera essenza di Stintino, destinazione del nord Sardegna molto visitata dai turisti di tutto il mondo. E se avevi ancora qualche dubbio, o qualche curiosità, con questa breve guida al borgo e alle sue spiagge più belle, potrai ora prenotare la tua vacanza con più serenità e consapevolezza.


Fai un preventivo gratuito

Oppure contattaci per telefono o via email: