Chitarrina all’abruzzese, la ricetta della pasta all’uovo di Montesilvano

Chitarrina all’abruzzese, la ricetta della pasta all’uovo di Montesilvano

Il viaggio culinario continua e nel ricettario Club Esse aggiungiamo la Chitarrina all’abruzzese, una variante della classica pasta alla chitarra, che ci arriva direttamente da Montesilvano.

In Abruzzo si sa, si mangia divinamente e la tradizione culinaria è qualcosa che fa parte del DNA di una terra dai sapori forti, aromi speziati, di vini corposi e fruttati da abbinare a cibi tipicamente saporiti e ricchi di gusto e anche di primi piatti come la Chitarrina all’abruzzese.

Così, se hai soggiornato al Club Esse Mediterraneo, o lo farai in un futuro prossimo, ti farà piacere sapere che questa ricetta semplice arriva proprio dalla costa abruzzese.

Senza perderci in chiacchiere, ecco ingredienti, dosi e procedimento della Chitarrina all’abruzzese.

Per 4 persone:

– 300 gr. di farina 00
– 3 uova medie
– 200 gr. di macinato di manzo e di maiale
– 1 carota
– 1 sedano
– 1 cipolla
– 500 gr. di pomodori pelati
– 50 ml di vino bianco
– odori e spezie a scelta
– olio extravergine d’oliva q.b.
– sale q.b.

Pasta fresca all’uovo per la Chitarrina all’abruzzese

Mescola prima di tutto le uova con la farina e lavora poi con le mani l’impasto per amalgamare il tutto. Avvolgi la pasta nella pellicola trasparente e falla riposare per circa 1 ora. Stendi dunque la pasta fresca, infarinala e poi mettila sul Carraturo. Con il matterello passaci sopra per tagliare la pasta.

Tieni a mente che la pasta all’uovo non deve essere morbida e per tale scopo puoi aiutarti anche con un po’ di semola rimacinata.

Sugo o freschi, ma l’importante è il pomodoro

Ora che la pasta è pronta, puoi procedere alla cottura del sugo. Fai scottare la carne macinata mista con olio, cipolla tritata, carota, sedano e qualche odore a piacere; il tutto poi, sfumato con il vino bianco.

Dopodiché aggiungi al soffritto i pelati e fai cuocere a fuoco lento per almeno 2 ore.

Quando la salsa sarà pronta e l’acqua per la cottura avrà raggiunto l’ebollizione, butta la pasta fresca e cucinala per 4 o 5 minuti, non oltre.

Scola, metti la pasta in un tegame e condiscila con il ricco e saporito sugo che hai precedentemente cucinato. Termina il piatto con una bella spolverata di pecorino, o in alternativa parmigiano, e buon appetito!

L’executive chef del Mediterraneo Roberto Cirone, consiglia di accompagnare con questo piatto un buon vino rosato delle terre abruzzesi, servito rigorosamente ad una temperatura di 14°.

LEGGI ANCHE: Mangiare in vacanza: le ricette Club Esse per una dieta sana e gustosa